Nel borgo medievale

Pregui 28.04.2021_Moment0.jpg
PRESENTAZIONE

Ti diamo il benvenuto a questo insolito spettacolo sotto la loggia di Venzone in cui ci comporteremo da "artisti di strada". Senza le nostre consuete introduzioni, infatti, eseguiremo di seguito musiche di compositori in prevalenza italiani, concentrandoci soprattutto sul primo Novecento. Oltre a ciò ci sarà anche una trascrizione di un brano di Schubert  e composizioni di autori contemporanei. 

Come ricordo di questo momento musicale, potrai vedere/ascoltare i nostri video pubblicati qui. Un like, anche sulla nostra pagina Facebook, sarà sempre gradito!

Andrea Miola e Giulia Pizzolongo

P R O G R A M M A

1

Franz Schubert (1797-1828)

dalla Sonatina in RE maggiore: Allegro (I mov.)

2

Raffaele Calace (1863-1934)

Danza spagnola

L'autore è uno dei più noti del panorama mandolinistico. Cresciuto in una famiglia di liutai, produttore di strumenti di successo, inizialmente studiò per diventare un musicista, scoprì il mandolino e presto divenne un virtuoso di questo strumento. Dopo essersi laureato con il massimo dei voti al Regio Conservatorio di Musica di Napoli, si propose di elevare il ruolo del mandolino nella musica classica. Eseguì concerti in vari Pesi d'Europa e in Giappone, dove tuttora si vedono i benefici effetti della sua opera di divulgazione 

Compose oltre 200 brani per mandolino solo o in duo (con pianoforte o con chitarra), oltre alcuni quintetti. Scrisse anche un metodo per mandolino utilizzato oggi nei conservatori italiani. Introdusse miglioramenti nelle tecniche di costruzione e modernizzò il mandolino napoletano, ampliando la cassa armonica ed estendendo la tastiera.

Danza spagnola alterna la vitalità e il ritmo della danza a un momento centrale intimo e cantabile.

3

Raffale Calace (1836-1937)

Fantasia poetica

4

Heitor Villa-Lobos (1887-1959)

Bachianas brasileiras n. 5

Una versione di grande effetto con il mandoiino e la chitarra!

5

R. Melangola (1974)

Vento dell'est

Roberto Melangola  vive in provincia di Modena, dove esercita l'attività di concertista e docente.

Vento dell'est è un brano descrittivo molto vivace, in cui le progressioni melodiche ascendenti e discendenti rendono molto efficacemente l'idea del vento e del movimento.

A spezzare questo ritmo è un momento di calma, in cui una melodia struggente evoca ricordi lontani e nostalgici. Tutto sembra quasi fermarsi, ma l'armonia sospesa lascia presagire l'improvviso ricominciare del soffio del vento impetuoso...

6

L. Simas (1948)

Meu bandolim

Ecco un'altra composizione originale per mandolino, scritta dal brasiliano Luiz Simas, nato a Rio De Janeiro, la patria del chorinho. Il suo repertorio include le sue originali melodie e brillanti arrangiamenti di brani di  Caetano Veloso, Gilberto Gil e altri autori famosi. Meu bandolim, il mio mandolino, è un brano molto delicato ed espressivo.

7

A. Chicayban (1959)

Tarantella per ragno a 5 zampe

Questo brano spensierato del compositore brasiliano Alberto Chicayban, friulano di adozione, descrive la nascita e la danza di un ragnetto che, presa consapevolezza del disagio di non avere tutte le zampe, guarda avanti con slancio e grande ottimismo.

8

Raffale Calace (1836-1937)

Tarantella

9

L. Simas (1948)

Preguiçoso (chorinho)

Preguiçoso significa "pigro". Il brano sembra proprio descrivere la giornata di una persona che non ha voglia di alzarsi né tantomeno di andare a lavorare. Gli tocca però muoversi e tra vicende alterne, arrabbiature e fatiche, il suo percorso termina sul letto dove finalmente può tornare a distendersi.

10

Armin Kaufmann (1948) 

Mitoka Dragomirna

11

Raffale Calace (1836-1937)

Bolero

12

Eduardo Di Capua (1865-1917)

O' sole mio